GLI INVESTITORI E GLI INVESTIMENTI

07-08-2019

 

Recentemente è stata pubblicata la ricerca Global Investor Study (GIS) 2019 di Schroders dal titolo “Il comportamento dell’investitore: le persone hanno il controllo delle loro finanze personali?”

Da essa emergono diversi spunti interessanti su cui riflettere.

 

Alcuni estratti della ricerca

“Capire i comportamenti personali e le motivazioni nel campo degli investimenti è importante per aiutare a prendere le giuste decisioni”.

“Il GIS studia i comportamenti e le attitudini di più di 25.000 persone che investono, provenienti da 32 paesi a livello mondiale (Italia compresa). Nel complesso, i risultati mostrano che, nonostante uno sfondo di turbolenze del mercato, le persone hanno aspettative di reddito e rendimento che stanno continuando a salire. Nonostante si riconosca che i piani di investimento dovrebbero essere a lungo termine, la maggior parte degli investitori modifica i propri investimenti secondo i movimenti del mercato a breve termine.”

 

A livello mondiale, le persone:

- Non hanno la percezione esatta di quanto hanno investito/risparmiato, e dove questo denaro si trovi esattamente (il 56%)

- Non sono soddisfatte dei rendimenti ottenuti (il 51%) ed hanno aspettative di rendimento irrealistiche (un rendimento medio atteso annuo del 10,7%; il 16% delle persone si aspetta un rendimento superiore al 20% annuo)…le cose evidentemente sono strettamente legate insieme. E le aspettative irrealistiche non dipendono dalla maggiore o minore esperienza dell’investitore

- Non sono pazienti con i propri investimenti (periodo di detenzione medio 2,6 anni, contro una raccomandazione media di 5)

- Il 70% cambia rapidamente (abbassa) il proprio profilo di rischio in tempi di particolare incertezza (volatilità)

- Hanno una generale tendenza a preferire investimenti nel proprio paese (“home bias”) e sono divise sui benefici derivanti dall’investire nei paesi emergenti (solo il 31% crede di avere beneficio dall’investimento in paesi emergenti, e il 24% pensa che sia comunque troppo rischioso)

- Il 77% controlla il valore del proprio investimento almeno una volta al mese

- Il 41% rimane investito per meno di 1 anno (i più pazienti sono i giapponesi, gli statunitensi e i canadesi, con periodi medi di investimento maggiori ai 4 anni)

- I “millennials” sono i meno pazienti (…la pazienza aumenta con l’età…)

- Si aspettano rendimenti troppo alti soprattutto a causa dei buoni rendimenti dell’ultimo decennio (2008-2018)

- Il 51% non hanno raggiunto i loro obiettivi tramite gli investimenti, negli ultimi 5 anni

 

“Che si tratti della tua pensione o dei tuoi risparmi, vuoi avere il pieno controllo delle tue finanze personali. Ma il tuo comportamento e i pregiudizi potrebbero influenzare le tue decisioni di investimento. Schroders prevede che il prossimo decennio sarà impostato per la produzione di rendimenti che non corrisponderanno alle aspettative degli investitori. Tutti gli investitori del mondo hanno identificato la mancanza di informazioni come una delle maggiori barriere che devono affrontare per avere il controllo dei loro investimenti. Affrontare questo divario informativo potrebbe essere la chiave per prendere il controllo delle tue finanze, assicurandoti di gestire i tuoi investimenti nel migliore dei modi.”

 

In particolare, in Italia

Gli italiani:

- L’investimento medio dura 2,2 anni (media mondiale 2,6)

- L’80% controlla il valore del proprio investimento almeno una volta al mese (media mondiale 77%)

- Hanno aspettative di rendimento dell’8,1% (un po' più realistiche della media mondiale pari al 10,7%)

Perciò in Italia, aspettative più realistiche sì, ma meno pazienza nell’aspettare i risultati attesi e quindi, potenzialmente, una più frequente modifica del profilo di rischio e della struttura del portafoglio. Le due cose assieme non aiutano il raggiungimento degli obiettivi, qualunque essi siano.

 

Leggi il documento in Pdf

Gli investitori e gli investimenti (08.08.2019)



Iscriviti alla newsletter

Vuoi capire come funzionano i mercati finanziari?

Richiedi un contatto

Come possiamo aiutarti? *