STRATEGIE DI INVESTIMENTO - GESTIONE EFFICIENTE DEL PORTAFOGLIO

22-01-2019

 

Di seguito riportiamo un passaggio del libro “A random walk down Wall Street” di Burton G. Malkiel, che riteniamo FONDAMENTALE per qualsiasi investitore.

 

“La storia passata dei prezzi azionari non può essere usata per predire il futuro in alcun modo sensato. Le strategie di analisi tecnica sono solitamente divertenti, spesso comode, ma di nessun valore reale. Le teorie di analisi tecnica arricchiscono solo le persone che le approntano o che vendono i servizi di analisi o le aziende di brokeraggio che assumono analisti tecnici nella speranza che le loro analisi aiutino ad incoraggiare gli investitori a fare più operazioni di acquisto e vendita, le quali generano commissioni per le aziende di brokeraggio stesse.

Usare l’analisi tecnica per entrare/uscire dal mercato nel “momento giusto” è particolarmente pericoloso. Perché esiste una tendenza al rialzo di lungo termine nei mercati azionari, e ciò rende molto rischioso mantenere il denaro in liquidità. Un investitore che tenga frequentemente una buona parte in liquidità, per evitare i periodi di discesa del mercato, si ritroverà molto facilmente fuori dai mercati durante i periodi dove essi saliranno vigorosamente. Il Professor H. Negat Seybun dell’Università del Michigan ha verificato che il 95% dei rialzi più significativi nel corso di 30 anni sono stati ottenuti in un periodo di 90 giorni, su approssimativamente 7.550 giorni di contrattazioni totali. Se ‘investitore si fosse perso quei 90 giorni, soltanto l’1% del totale, i generosi rendimenti del mercato azionario dell’intero periodo si sarebbero volatilizzati.

In uno studio che comprende un più lungo periodo, Laszlo Birinyi, nel suo libro “Master Trader”, ha calcolato che un investitore che avesse investito 1 dollaro sull’indice Dow Jones nel 1900 e semplicemente l’avesse mantenuto fino al 2013, esso sarebbe cresciuto fino a 290 dollari. Ma se lo stesso investitore avesse mancato i migliori 5 giorni di ogni singolo anno, il suo investimento avrebbe avuto un valore inferiore ad 1 centesimo nel 2013.

Il punto è che quelli che cercano di entrare/uscire dal mercato in cerca del momento giusto (market timers) rischiano di perdere i non frequenti forti rialzi che rappresentano i più generosi contributi al rendimento finale.

Le implicazioni di tale analisi sono semplici.

Se il passato contiene poche o nessuna informazione che aiuti a predire i prezzi futuri, non c’è alcun vantaggio nel seguire delle tecniche di trading che prevedano l’entrata e l’uscita dal mercato. Una semplice politica “investi e mantieni” sarà, alla peggio, tanto buona quanto qualunque procedura di analisi tecnica. Inoltre, comprare e vendere, nella misura in cui risultasse profittevole, tende a generare guadagni in conto capitale che sono soggetti alla tassazione. Seguendo una strategia di analisi tecnica sarà probabile realizzare guadagni in breve tempo pagando così tasse più elevate (oltre a pagarle prima) rispetto ad una strategia “investi e mantieni”.

Perciò, semplicemente “investire e mantenere” un portafoglio adatto ai tuoi obiettivi, ti permetterà di risparmiare spese di investimento, commissioni d’acquisto/vendita e tasse.”

 

Leggi il documento in Pdf

Strategie di investimento - Gestione efficiente del portafoglio (22.01.2019)



Iscriviti alla newsletter

Cerchi consigli utili per i tuoi investimenti?

Richiedi un contatto

Come possiamo aiutarti? *